lunedì 10 novembre 2014

Zuppa di lenticchie e zucca alla paprika e curry

Ha iniziato a piovere, fa freddo e io mi sento autorizzata a riscaldarmi con un piatto fumante di zuppa o minestra: dichiaro ufficialmente iniziata la stagione in casa Fiordilatte! Non trovate moltissime ricette di questo tipo sul blog perché il più delle volte non mi segno le dosi e sia mai che riesco a replicare la stessa minestra alla perfezione :) Questa volta però le dosi ci sono.

Zuppa di lenticchie e zucca alla paprika e curry

Ingredienti:
1/2 porro (50 g)
mezza carota (50 g)
mezza costa di sedano (50 g)
20 g olio extra vergine di oliva
1 cucchiaino di paprika dolce 
1 cucchiaino di curry 
150 g di lenticchie rosse decorticate
200 g di zucca
550 ml di acqua
1 cucchiaio di doppio concentrato di pomodoro
mezzo cucchiaino di sale
1 cucchiaino di prezzemolo tritato


Procedimento (Bimby TM31):
  1. Inserite nel boccale la carota e il sedano tagliati grossolanamente a pezzi: 5 sec. vel. 7
  2. Unite il porro a rondelle e l'olio: 3 min Varoma antiorario vel. Soft
  3. Aggiungete la paprika e il curry: 1 min temp. Varoma antiorario vel. Soft
  4. Unite le lenticchie, la zucca a pezzi, l'acqua, il concentrato di pomodoro, il sale e il prezzemolo: 35 min 100° antiorario vel. Soft
  5. Controllate che le lenticchie siano cotte ed eventualmente prolungate la cottura di qualche minuto. Se preferite una vellutata frullate il tutto a velocità 6/8.
Procedimento tradizionale:
  1. Tagliate finemente la carota e il sedano, il porro a rondelle e soffriggete tutto nell’olio qualche minuto. 
  2. Aggiungete la paprika e il curry. 
  3. Unite le lenticchie, la zucca a pezzi, l'acqua, il concentrato di pomodoro, il sale e il prezzemolo per circa 35 minuti (seguite le indicazioni di cottura riportate sulla confezione delle lenticchie).


Zuppa di lenticchie e zucca alla paprika e curry





Ricetta in collaborazione con:

twitter





giovedì 6 novembre 2014

Tartufi di castagne al brandy

Tartufi di castagne al brandy


Se vi dico inverno e camino acceso voi a cosa pensate? Io alle castagne! Ogni anno io e P. organizziamo una "castagnata" in Piemonte con gli amici di sempre e ci mettiamo davanti al camino a cucinare castagne per tutti: una gran fatica ma che soddisfazione. Quindi la mia ricetta per il Bimby e il nuovo tema "davanti al camino"  non poteva che essere a base di castagne :) Da gustare con un bicchierino di brandy o una bella cioccolata calda.


Tartufi di castagne al brandy



Ingredienti per circa 25 pezzi:
260 g di castagne
750 ml di acqua
30 g di mandorle
40 g di cioccolato fondente 
25 g di burro
20 g di zucchero a velo 
2 cucchiai di brandy
cacao amaro

Procedimento (Bimby TM31):
  1. Incidete le castagne con un taglio netto e piuttosto profondo.
  2. Nel boccale 750 ml di acqua, inserite il cestello e le castagne: 25 min. 100° vel 3
  3. Sbucciate le castagne aiutandovi con forchetta e coltello per non bruciarvi riponendole man mano in una ciotola coperta.
  4. Una volta terminato estraete il cestello, gettate l'acqua e asciugate il boccale.
  5. Tritate le mandorle e mettere da parte: 5 sec. vel 7.
  6. Inserite il cioccolato a pezzi: 5 sec. vel 7.
  7. Unite il burro: 3 min 80° vel Soft. Se il cioccolato e il burro non dovessero essersi sciolti aumentate da 3 a 4 minuti.
  8. Aggiungete le castagne (dovreste averne circa 170 g) e lo zucchero a velo e frullate a vel. 7 fino ad ottenere un composto omogeneo. 
  9. Lasciate raffreddare completamente e riponete in frigorifero il composto per un paio d'ore.
  10. Riprendetelo e aiutatevi con uno scovolino per melone a fare delle palline: munitevi di guanti di lattice e lavoratele con le mani. Rotolatele nel cacao amaro o nelle mandorle tritate.


Tartufi di castagne al brandy



Ricetta in collaborazione con:

twitter





lunedì 13 ottobre 2014

Cupcake alla zucca e frosting alla ricotta

Are you ready for Halloween?


Non scrivo su Fiordilatte da qualche mese e non potete immaginare quanto mi sia mancato. In realtà ho una decina di post nelle bozze che però non si sono mai concretizzati: io prendo appunti, scatto foto, raccolgo le idee e poi a volte le vicende personali prendono il sopravvento. C'è stato l'acquisto di una casa nuova, una vecchia da abbandonare, un trasloco da fare e tante piccole novità da gestire ma ne stiamo uscendo. E poi arriva l'Autunno e io ci vedo un nuovo inizio nonostante sia passato ormai qualche annetto dalla fine delle scuole :) voi no?

Avrei voluto parlarvi già da un po' di un nuovo progetto in collaborazione con la Vorwerk: per un anno accompagnerò insieme ad altri blogger l'azienda nel far conoscere il Bimby e nella creazione di nuove ricette. La squadra di blogger ha anche un nome: Bimby Dream Team. Per chi non ha il Bimby: prometto di non spammare troppo! 

Visto che manca poco ad Halloween oggi vi propongo una ricetta a tema: non sono mai stata una grande amante di questa ricorrenza ma devo confessarvi che da quando frequento Pinterest la tentazione di cedere è fortissima.


Cupcake alla zucca


Ingredienti per 12 cupcake:
100 g di mandorle pelate
1 cucchiaio di zucchero a velo
200 g di zucca
80 g di olio di riso 
100 g di zucchero semolato
2 uova 
50 g di latte
200 g di farina 00
3 cucchiaini di lievito per dolci
1 pizzico di sale

Per il frosting:
500 g di ricotta 
100 g di cioccolato bianco
scorza di mezzo limone

Per la decorazione:
sciroppo d'agave
colorante rosso in gel


Procedimento (Bimby TM31):

  1. Inserite nel boccale le mandorle con un cucchiaio di zucchero a velo: 5 sec. vel. 7. Mettete da parte.
  2. Inserite nel boccal pulito 600 ml di acqua, posizionate il cestello e riponetevi la zucca a pezzi per cuocerla a vapore: 20 min temp. Varoma vel. 7
  3. Estraete il cestello, svuotate il boccale e inserite la zucca e riducetela in purea: 5 sec. vel. 6
  4. Preriscaldate il forno a 180 °C.
  5. Aggiungete l'olio, le uova e il latte: 10/15 sec. vel. 4.
  6. Unite la farina e il lievito precedentemente setacciati, le mandorle, lo zucchero e il pizzico di sale: vel 5 finché il composto non risulta omogeneo. 
  7. Suddividete l'impasto in 12 stampi da muffin e infornate per circa 35/40 minuti.
  8. Nel frattempo preparate il frosting. Inserite nel boccale pulito il cioccolato bianco a pezzi e tritatelo: 5 sec. vel. 6. Aiutatevi con la spatola a raccoglierlo sul fondo e fatelo sciogliere: 3 min. temp. 50° vel. 3. Ripetete l'operazione finché non si sarà sciolto completamente e aiutatevi con la spatola se il cioccolato dovesse concentrarsi sulle lame. 
  9. Unite la ricotta e la scorza di limone e mescolate a vel. 3 finché non si sarà completamente amalgamata. Riponete in frigorifero per circa un'ora a rassodare.
  10. Utilizzate una sac à poche per decorare i cupcake una volta raffreddati. 
  11. Prima di servirli decorateli con il sangue finto ottenuto mescolando dello sciroppo d'agave con un pizzico di colorante rosso.
Idee:
  • Potete sostituire l'olio con 120 g di burro fuso.
  • Se trovate l'olio essenziale di limone edibile potere sostituirlo alla scorza utilizzandone poche gocce. Io come sempre uso questo qui.
  • Le decorazioni di Halloween potere crearle voi con della foam paper colorata oppure andare da Tiger come ho fatto io ;-) 
  • Per il sangue finto, potete sostituire lo sciroppo d'agave con quello d'acero ma in questo caso evitate il limone nella crema e optate per un cucchiaino di cannella.



Cupcake alla zucca



Ricetta in collaborazione con:

twitter







lunedì 12 maggio 2014

Un sabato in cascina: la Forestina di Cisliano

Vivo a Milano da ormai quasi quattro anni ma non avevo mai pensato di spingermi nelle campagne circostanti, forse perché torno spesso in Piemonte dove il verde di certo non mi manca. Poi arriva l'invito a passare una giornata alla Cascina Forestina di Cisliano e scopri che a pochi passi da Milano è possibile immergersi totalmente nella natura e dimenticare quasi di vivere tra palazzi e cemento. La Cascina Forestina è un punto parco del Parco Agricolo Sud Milano, una vasta area che abbraccia la città di Milano da est a ovest, istituita ufficialmente negli anni '90 con lo scopo di valorizzare, proteggere e riscoprire il territorio con le sue coltivazioni, le aree naturalistiche e i vari nuclei rurali presenti. Nel parco prevalgono ovviamente la aree coltivate ma allo stesso tempo è possibile trovare aree boschive inalterate o i caratteristici fontanili, sorgenti naturali utilizzate per l'irrigazione dei campi.


Un sabato alla Cascina Forestina
Un sabato alla Cascina Forestina
Un sabato alla Cascina Forestina
Un sabato alla Cascina Forestina


Alla Cascina Forestina potrete quindi immergervi nella campagna lombarda, passeggiare nel bosco millenario di Riazzolo, vedere i fontanili, visitare i loro orti e campi di grano e farro coltivati con il metodo biologico, gli allevamenti di razza Varzese e galline Americanelle e infine ristorarvi nel loro agriturismo. Potete anche andare in cascina e raccogliere voi stessi le verdure riscoprendo mese per mese la stagionalità. Noi abbiamo passato una splendida giornata e l'accoglienza del proprietario Niccolò Reverdini è stata impeccabile: è sempre bello vedere qualcuno che affronta il proprio lavoro con tanta passione e consapevolezza.


Un sabato alla Cascina Forestina
Salumi di vitello e maiale, Trota iridea,
Tagliatelle di farina integrale alle verdure, Risotto asparagi e crescenza

Procuratevi una cartina e andate alla scoperta del Parco Agricolo Milano Sud :-)




giovedì 24 aprile 2014

Vellutata di fave con crostini al pecorino e i party di The Dessert Table


Birdcage Party

Sono mesi che voglio scrivere un post dedicato agli allestimenti di The Dessert Table e finalmente eccolo! Se c'è una piccola festa da organizzare e volete che tutto sia perfetto ecco che potete rivolgervi ad un professionista del party styling. Noi per un piccolo brunch domenicale tra amiche abbiamo scelto il tema Birdcage party e Alice si è data da fare per ricreare l'atmosfera di un giardino inglese: elementi shabby chic mescolati a fiori e richiami alla natura il tutto in una palette molto elegante fatta di rosa antico, verde e marrone. Io mi sono limitata a cucinare qualche pietanza tra cui questa vellutata, il resto l'ha fatto lei :-)  Andate a sbirciare anche le sue foto!



Vallutata di fave con crostini al pecorino

Ingredienti:

per la vellutata
450 g di fave
1 patata 
1 cipolla

per i crostini
pane
burro salato
prezzemolo
pecorino
pepe

Procedimento:
  1. In una pentola capiente mettete le fave, la patata e la cipolla precedentemente tagliati. Ricoprite con abbondante acqua e fate bollire per circa 45 minuti.
  2. Frullate per bene e salate a piacere. Io non ho sgusciato le fave ma ho poi utilizzato il Bimby che in fatto di vellutate è imbattibile. Se pensate di utilizzare il frullatore a immersione scottate la fave per due minuti e sgusciatele prima di unirle agli altri ingredienti.
  3. Per i crostini, lasciate ammorbidire il burro e unitegli poi il prezzemolo e il pepe. Mettete da parte. Tagliate il pane a strisce, passatelo da entrambi i lati sotto il grill del forno (circa due minuti per parte), poi spennellatelo con il burro, cospargetelo di pecorino grattugiato e ripassate sotto al grill finché il formaggio non si sarà dorato. 
  4. Servite la vellutata insieme ai crostini

Cercate altre ricette con le fave? 
Tarrina di fave e asparagi allo speck



The dessert table di Alice Galeotti